sabato, luglio 11, 2020
Ultime notizie
Home » Multimedia » Visita notturna al cantiere, danneggiati macchinari e centraline + VIDEO
Visita notturna al cantiere, danneggiati macchinari e centraline + VIDEO

Visita notturna al cantiere, danneggiati macchinari e centraline + VIDEO

Questa notte un gruppo di no tav ha deciso di non far dormire sonni tranquilli agli occupanti della clarea.
Sono state danneggiate attrezzature del cantiere, ennesima prova che la Valle non si arrenderà fino a quando quell’angolo di natura non verrà liberato dall’occupazione militare e devastatrice.
I sindacati di polizia domandano polemicamente: «Riusciremo ancora a difenderlo?»  è quello che chiediamo anche noi, è pensabile continuare a sperperare denaro pubblico, sottratto ad altre priorità, per difendere l’indifendibile?

da notav.info

Questa notte i No Tav sono tornati in Clarea, ne danno notizia le maggiori testate locali che già da ieri sera forniscono ricostruzioni discordanti e a tratti fantasiose.

Ciò che si apprende però è che decine di No Tav, almeno una cinquantina, hanno colto di sorpresa il sistema di sicurezza del cantiere, danneggiandolo in più punti e riuscendo a farvi ingresso.

Danneggiata una torre faro, alcuni No Tav sono entrati all’interno del cantiere/fortino utilizzando delle scale ed è stato altresì danneggiata una centralina elettrica che regola il funzionamento dell’illuminazione esterna al cantiere.

In attesa di conoscere ulteriori dettagli non si può che rilevare come, nonostante il passare degli anni e la persecuzione giudiziaria in atto da parte della procura torinese, i No Tav non si arrendono e continuano a praticare quei luoghi che polizia e governo vorrebbero interdetti per favorire i soliti loschi interessi.

I pennivendoli torinesi, sempre più prevedibili nei loro articoli copia-incolla dalle veline della Questura, danno notizia che già stamattina Padalino, solerte pm con l’elmetto e uno dei protagonisti della palese persecuzione degli attivisti del movimento No Tav, avrebbe fatto un sopralluogo al cantiere.

Le roboanti minacce che si susseguono sui giornali non ci preoccupano però, tutti insieme resisteremo sempre, un passo avanti a loro e determinati a vincere questa giusta battaglia.

Forza No Tav!

ECCO IL VIDEO CHE DIMOSTRA QUANTO ARTICOLI E ARTICOLISTI LASCINO UN PO’ A DESIDERARE

Commenti chiusi.

Scroll To Top