sabato, luglio 11, 2020
Ultime notizie
Home » Post » Le balle dell’autista del pm Rinaudo e gli sciacalli
Le balle dell’autista del pm Rinaudo e gli sciacalli

Le balle dell’autista del pm Rinaudo e gli sciacalli

E così l’autista di Rinaudo, il pm con l’elmetto in missione contro i no tav, si era inventato tutto. Aveva denunciato una aggressione, su cui subito era stata imbastita una campagna contro il movimento.

Tutte cazzate, non era successo nulla.
Nessuna aggressione, nessun aggressore. Ora tutti i giornali stendono un velo di pietà su questo tizio, un ex carabiniere in cerca di attenzioni per alcuni, per Massimo Numa, nel suo patetico articolo, uno stressato vittima del clima di tensione, uno “da aiutare”.
Ha agito da solo, tutti si premurano di ricordarlo, perchè? Se dovesse esserci un mandante qualcuno si stupirebbe? Noi no.

Ma immaginiamo che veramente il disagio abbia mosso quest’uomo, che dire di tutti quei personaggi (politici, giornalisti e pubblici ministeri) che su questa vicenda si sono buttati come un sol uomo con l’unico scopo di denigrare e attaccare il movimento no tav? Ci asteniamo dai commenti e ci limitiamo a riportare le dichiarazioni fatte sulla vicenda dal ministro Lupi, dal candidato alla regione Piemonte Sergio Chiamparino, dai due pm che portano avanti la battaglia della procura contro i no tav, Padalino e Rinaudo. E poi qualche titolo di giornale, tanto per ricordare quale clima cercano di creare stampa, politica e procura attorno al movimento.

Leggi anche “Il ruolo della stampa nell’aggressione No Tav inventata dall’autista del pm

Maurizio Lupi: Solidarietà al pm Rinaudo e al suo autista aggrediti da estremisti del movimento No Tav. L’aggressione all’autista del pm torinese Antonio Rinaudo, che indaga sull’ala dura del movimento No Tav è un fatto vile e da condannare duramente e senza alcun distinguo. Al pm Rinaudo e al suo autista tutta la mia solidarietà. Sul movimento No Tav deve cadere ogni ambiguità, sono troppi gli episodi di violenza sui quali troppi tacciono e soprattutto non fanno nulla per isolare i criminali ai quali viene offerta la patente di lottatori per una nobile causa”

Sergio Chiamparino: “Sarebbe auspicabile che da parte di chi ha a cuore la democrazia italiana ci fosse una presa di posizione molto forte di fronte a questi episodi di lotta che stanno acquisendo forme molto violente”

Antonio Rinaudo: “Il mio autista aggredito per intimorire i giudici. Colpiscono chi è indifeso. Se è vero che non hanno mai aggredito le persone? Certo, ma c’è sempre un’ora zero”

Andrea Padalino “L’aggressione dell’altra notte è un tipico atteggiamento intimidatorio mafioso. Queste cose le ho dette anche in aula, durante il processo per un’altra aggressione. Lì il teste era imbarazzato, impaurito. L’ho detto che, certe scene di minaccia appartengono ad altri mondi, ad altre parti d’Italia. Ma questa, ormai, è l’atmosfera che si respira”

 

Corriere Della Sera

Torino, agguato all’autista del pm che indaga sui No-Tav

Il magistrato coordina inchieste a carico di imputati per iniziative contro la linea dell’Alta Velocità. Gli hanno gridato «questo è quello che succede ai servi dei servi»

La Stampa

La vittima è un dipendente della procura

Agguato all’autista del pmche indaga sui No Tav

L’uomo picchiato da tre incappucciati: “Sei un servo dei servi”

La Repubblica

Aggredito e picchiato l’autista del pm che indaga sui “No Tav”

 

 

Commenti chiusi.

Scroll To Top