mercoledì, ottobre 18, 2017
Ultime notizie

2002

  • 09/02/02. Al carnevale della Valmessa sfila un grosso gruppo mascherato con annesso di banda: chi vestito da Pininfarina-Ghigo e/o manager delle ferrovie chi da Valligiano. Viene distribuito un volantino dove si contesta in modo ironico gli amministratori pronti a trattare opere compensative in cambio del passaggio del Tav.Organizza “Spinta dal Bass”.
  • 23/02/02. Più di 1000 persone sfilano a Bussoleno per chiedere il contingentamento dei Tir e ribadire il NO AL TAV.
  • 11/04/02. Assemblea pubblica a Pianezza” Fermare il Tav si può”. Partecipano più di 100 persone.Organizza il comitato spontaneo contro il G8 pianezzese.
  • 12/04/02. Più di 100 valsusini presidiano la prefettura di Torino in occasione della presentazione del tracciato da parte delle ferrovie ai comuni valsusini (dopo 10 anni di richieste). (Volantino)
  • 23/04/02. La comunità montana approva all’unanimità un ordine del giorno dove si ribadisce la netta opposizione al Tav. Da sottolineare che tutti i partiti valsusini dell’arco costituzionale votano lo stesso documento.
  • Fine aprile 2002. Esce nelle librerie il libro di Chiara Sasso “Canto per la nostra valle” diario fra qualità della vita e prepotenza della velocità. Tutta la storia dell’opposizione al Tav in Valle di Susa.
  • 10/05/02. Avigliana, davanti a un folto pubblico e agli amministratori della Valle di Susa, viene presentato ufficialmente il libro di Chiara Sasso “Canto per la nostra valle” diario fra qualità della vita e prepotenza della velocità.(Articolo)
  • 11/05/02. Avigliana Piazza del Popolo: più di 1500 giovani partecipano alla “Festa di Primavera” contro il Tav e a favore dell’ ospedale di Avigliana che si vuole smantellare. Organizza Spinta dal Bass (Articolo).
  • 13/05/02. Torino, Istituto tecnico Avogadro-La Comunità Montana Bassa Valle di Susa, presenta per la prima volta in città lo studio Polinomia, vengono invitati i vertici delle ferrovie e le massime autorità politiche (Vedi volantino). Naturalmente nessuno di essi si presenta, nessun giornale riporta la notizia e naturalmente il Tg3 Regionale non fa cenno. Tutto purtroppo previsto.
  • 20/05/02. Arriva ad Avigliana il ministro forzista Enrico della Loggia accompagnato dal deputato Osvaldo Napoli e da un codazzo di loro amici, la scusa è un dibattito sulle grandi opere. Festa rovinata: i comitati anti-tav contestano duramente il ministro e l’onorevole portaborse.
  • 27/05/02. Elezioni ad Avigliana, contro ogni pronostico vince il centro-sinistra più Rifondazione con la Mattioli sindaco. L’ esponente proposto da Spinta dal bass prende 139 preferenze ed è il terzo più votato della lista. Vincono la democrazia, la solidarietà,  la lotta contro il Tav e contro la chiusura dell’ ospedale di Avigliana..
  • Fine maggio la comunità montana viene in possesso di uno studio commissionato dalle Ferrovie al Politecnico dove sono state fotografate le case dei valsusini da abbattere..
  • 30/05/02. 500 persone (molto incazzate) prendono parte all’assemblea pubblica sul tracciato del Tav a Caprie. Il paese sarà tra i più martoriati: 3 cantieri,un viadotto 2 gallerie e un interconnessione con la vecchia linea che taglierà in due il paese..
  • 08/06/02. INCREDIBILE! Incredibile che circa 4000 persone abbiano sfilato sotto un vero e proprio nubifragio e con l’acqua sopra alle caviglie, incredibile che i mezzi di informazione (in primis il Tg3 Regionale) abbiano completamente censurato la notizia. Che la lobby dell’alta velocità controllasse i mezzi di informazione lo sapevamo, ma che arrivasse addirittura a ignorare completamente cosa è successo a Pianezza ci sembra veramente troppo! Vedi volantini ( 1 – 2 – 4 ) articoli (1 – 2 – 3 – 4) l’articolo di Chiara Sasso e la letteraspedita al Tg3 da Spinta dal Bass..
  • 14/06/02. Partecipazione al di là di ogni aspettativa all’Assemblea “Fermare il Tav si può!” organizzata da Spinta dal Bass ad Almese. Nonostante “alcuni noti” hanno cercato di boicottarci staccando i manifestini affissi per il paese, più di 200 persone attentissime hanno affollato la sala consigliare almesina. Sono intervenuti come relatori Claudio Cancelli docente del Politecnico di Torino, Mario Cavragna vice-presidente Pro-natura Piemonte e Oscar Margaira, esponente di Legambiente valsusa. Vedi locandina e volantino
  • 02/07/02. Stasburgo In rappresentanza dei 31 comuni interessati, decine di amministratori, sindaci e comuni cittadini, raggiungono Strasburgo per portare le ragioni del NO TAV al parlamento Europeo. Soddisfazione alla fine dell’incontro : finalmente qualcuno che ci ascolta e che valuta in modo imparziale le nostre posizioni (Vedi titoli Luna Nuova  1 – 2 – 3 ).
  • 06/07/02. Misteri dell’informazione. Piccolo presidio informativo davanti alla Rai di Torino, circa 60 persone che distribuiscono volantini…udite udite, il Tg3 confeziona in tutte e tre le edizioni del giorno 3 servizi con i fiocchi, spiegando in modo abbastanza dettagliato le nostre ragioni, nonchè l’andata degli amministratori a Stasburgo (probabilmente martedì si erano dimenticati). Se basta andare in Via Verdi per avere un informazione più obiettiva mi sa che ci mettiamo una tenda e facciamo un presidio perpetuo. (Il volantino)
  • 25/07/02. Anche Almese ha il suo comitato contro il Tav. Una quarantina di persone hanno dato vita al “Comitato spontaneo contro l’alta velocità almesino”. Benvenuti!
  • 24/28 luglio 2002. Terza edizione del campeggio no tav a Condove aria Gravio: un successo: piu’ di 50 le tende, centinai le persone che ogni sera affollavano i vari spettacoli, 12 le squadre partecipanti al primo torneo di calcio “Diamo un calcio al Tav” , alta l’affluenza al dibattito del sabato pomeriggio
  • 02/07/02. Stasburgo In rappresentanza dei 31 comuni interessati, decine di amministratori, sindaci e comuni cittadini, raggiungono Strasburgo per portare le ragioni del NO TAV al parlamento Europeo. Soddisfazione alla fine dell’incontro : finalmente qualcuno che ci ascolta e che valuta in modo imparziale le nostre posizioni (Vedi titoli Luna Nuova  1 – 2 – 3 ).
  • 06/07/02. Misteri dell’informazione. Piccolo presidio informativo davanti alla Rai di Torino, circa 60 persone che distribuiscono volantini…udite udite, il Tg3 confeziona in tutte e tre le edizioni del giorno 3 servizi con i fiocchi, spiegando in modo abbastanza dettagliato le nostre ragioni, nonchè l’andata degli amministratori a Stasburgo (probabilmente martedì si erano dimenticati). Se basta andare in Via Verdi per avere un informazione più obiettiva mi sa che ci mettiamo una tenda e facciamo un presidio perpetuo. (Il volantino)
  • 25/07/02. Anche Almese ha il suo comitato contro il Tav. Una quarantina di persone hanno dato vita al “Comitato spontaneo contro l’alta velocità almesino”. Benvenuti!
  • 24/28 luglio 2002. Terza edizione del campeggio no tav a Condove aria Gravio: un successo: piu’ di 50 le tende, centinai le persone che ogni sera affollavano i vari spettacoli, 12 le squadre partecipanti al primo torneo di calcio “Diamo un calcio al Tav” , alta l’affluenza al dibattito del sabato pomeriggio. Vedi volantino e articolo di Luna Nuova.
  • 10/08/02. UN OTTIMA NOTIZIA. Sulle pagine di Repubblica e della Stampa esce la notizia di una possibile rinuncia del governo francese della Torino-Lione a causa di mancanza di fondi. Vedi aticoli de “La Stampa , Repubblica ( – 2 )e Le Monde.
  • 05/10/02. Caprie: issato striscione gigantesco NO TAVsulla Rocca Bianca. Ancora una volta la popolazione di Caprie rende visibile il suo totale dissenso verso il mostro Tav.Vedi titolo Luna Nuova.
  • 05/10/02. Valico del Frejus Bardonecchia: il coordinamento dei comitati no tav organizza il blocco del valico per protestare contro l’inquinamento prodotto  dai tir e contro la falsa soluzione TAV. In 200 si siedono sulla strada bloccando il traffico per mezz’ora.  (Vedi volantinodocumento, titolo Luna Nuova e titolo “La Stampa“).
  • 11/10/02. Nasce a Torino il “Comitato Torinese di sostegno per la Valle di Susa e i Comuni della zona Ovest”. Vedi invito.
  • Ottobre 2002 Parte una raccolta firme a Torino in appoggio alla lotta dei valsusini; primi firmatari: Dario Fo, Franca Rame, Padre Alex Zanotelli, Gino Strada, Don Andrea Gallo, ecc.. (Scarica l’appello-leggi articolo di Luna Nuova).
  • 08/11/02. Serata informativa al centro sociale di Villardora organizzata dal comitato spontaneo almesino contro il tav/tac: anche questa volta la risposta popolare è al di sopra di ogni aspettativa: almeno 500 le persone intervenute
  • 09/11/02. Firenze, Social Forum Europeo, corteo contro la guerra, contro tutte le guerre, anche quella lanciata contro il territori e la popolazione Valsusina, nella moltitudine delle 800 mila persone anche lo spezzone dei No Tav. Molte televisioni (tra cui il Tg3 nazionale) danno visibilità ai NO TAV valsusini. (Vedi titoli Luna Nuova   2).
  • 11/11/02. Al vertice Italia-Francia di Roma sulla To-Lione  non vengono ribadite le date di fine lavori del 2012, ma il tutto sembra essere rimandato.  Scatenati “La Stampa” , “Repubblica”, Chiamparino, industriali, ecc. Sembra che se non fanno il Tav si abbatterà su Torino e il Piemonte la più grossa sciagura della loro storia.
  • 29/11/02. Assemblea pubblica a Venaus molto partecipata organizzata dal comitato di lotta popolare contro il tav. Titolo della serata “Fermiamo la banda del buco”.
  • 30/11/02.  Corteo contro il centro di permanenza temporanea di C.so Brunelleschi a Torino organizato dai Social Forum e dall’associazionismo di base . C’è anche lo spezzone dei NO TAV come a Firenze: viviamo in una società dove la mobilità delle  merci arriva a mettere in repentaglio la vita di una Valle e dei suoi abitanti e le persone che cercano una vita più dignitosa arrivando nel nostro opulento occidente finiscono in galera. Diciamo quindi si alla mobilità degli esseri umani e no a quella indiscriminata delle merci.
  • 20/12/02. Val della Torre: buona riuscita della serata informativa indetta dal neonato comitato contro il Tav di Val della Torre (Scarica volantino).

Commenti chiusi.

Scroll To Top