FUOCO…A RENDERE.

In data 2 giugno 2017, la DIGOS, su ordine del burattino della procura di Torino Roberto M. Sparagna, ha avviato le notifiche nei mie confronti e di altri sei miei compagni anarchici circa una nuova inchiesta.

In breve, si tratta della chiusura indagini di un ulteriore inchiesta  parallela a quella denominata “Scripta manent” e che focalizza la sua attenzione sui siti anarchici  RadioAzione, Anarhjia.info e Croce Nera Anarchica.

Per quanto riguarda Croce Nera Anarchica viene preso di mira anche il giornale cartaceo, la sua stampa e distribuzione, alcuni suoi specifici articoli e chi ha organizzato le presentazioni dello stesso giornale in Italia.
Le accuse sono per tutti il 270 bis (associazione sovversiva con finalità di terrorismo) in concorso con i compagni anarchici indagati nel primo troncone dell’ OP. Scripta Manent per gli stessi fatti, in piu’ il 414 c.p. (istigazione a delinquere, sempre con la finalita’ di terrorismo), stampa clandestina, traduzioni dei testi, predisposizione, istigazione, apologia, ideazione e divulgazione sempre attraverso siti e giornali di materiale di propaganda ideologica “insurrezionalista-lottarmatista”, raccolta di denaro per sostenere i compagni imprigionati. In piu’ a due di noi viene contestato anche l’articolo 280 (attentato con finalità di terrorismo) per l’attacco al tribunale di Civitavecchia il12 gennaio 2016 a firma “Comitato pirotecnico per un anno straordinario F.A.I.-F.R.I.”.

In piu’ in data 5 giugno, durante l’udienza preliminare per l’OP.”Scripta Manent”, il miserabile Sparagna ha chiesto che i due filoni di indagine venissero accorpati, presentando le carte la mattina stessa. Dunque l’udienza preliminare e’ stata rinviata al 26 giugno.

Le intenzioni sono ben chiare: fare di tutto per isolare ulteriormente i compagni anarchici gia’ imprigionati e chi esprime determinate posizioni su i propri giornali.
Ma il becchino di turno che vorrebbe sepellirci nelle sue tombe di ferro e cemento puo’ star sicuro che non si indietreggera’ di un millimetro.

Sempri pro s’anarchia. Sempri Ainnantis!

OMAR NIOI