Ultime notizie
Home » Archivio per il tag: processi

Archivio per il tag: processi

Carolei Stefania

Casa di Reclusione, Via Gravellona 240, 27029 Vigevano (PV)

Prigioniera politica, attivista anarchica arrestata a Bologna il 13 maggio 2020 durante l’”operazione Riprovo” diretta da ROS e Procura, per l’articolo 270bis, ovvero associazione sovversiva con finalità di terrorismo. E’ accusata assieme ad altri compagni arrestati e indagati, di aver partecipato alle proteste in solidarietà alle rivolte nelle carceri scoppiate nella primavera del 2020.

Neri Leonardo

Casa di Reclusione, Strada Alessandria 50/A, 15121 San Michele (AL)

Prigioniero politico, attivista anarchico arrestato a Bologna il 13 maggio 2020 durante l’”operazione Riprovo” diretta da ROS e Procura, per l’articolo 270bis, ovvero associazione sovversiva con finalità di terrorismo. E’ accusato assieme ad altri compagni arrestati e indagati, di aver partecipato alle proteste in solidarietà alle rivolte nelle carceri scoppiate nella primavera del 2020.

Caprioli Giuseppe

Casa di Reclusione, Strada Alessandria 50/A, 15121 San Michele (AL)

Prigioniero politico, attivista anarchico arrestato a Bologna il 13 maggio 2020 durante l’”operazione Riprovo” diretta da ROS e Procura, per l’articolo 270bis, ovvero associazione sovversiva con finalità di terrorismo. E’ accusato assieme ad altri compagni arrestati e indagati, di aver partecipato alle proteste in solidarietà alle rivolte nelle carceri scoppiate nella primavera del 2020.

Paoletti Guido

Casa Circondariale, via dell’Arginone 327, 44122 Ferrara

Prigioniero politico, attivista anarchico arrestato a Bologna il 13 maggio 2020 durante l’”operazione Riprovo” diretta da ROS e Procura, per l’articolo 270bis, ovvero associazione sovversiva con finalità di terrorismo. E’ accusato assieme ad altri compagni arrestati e indagati, di aver partecipato alle proteste in solidarietà alle rivolte nelle carceri scoppiate nella primavera del 2020.

Cenni Duccio

Casa Circondariale, via dell’Arginone 327, 44122 Ferrara

Prigioniero politico, attivista anarchico arrestato a Bologna il 13 maggio 2020 durante l’”operazione Riprovo” diretta da ROS e Procura, per l’articolo 270bis, ovvero associazione sovversiva con finalità di terrorismo. E’ accusato assieme ad altri compagni arrestati e indagati, di aver partecipato alle proteste in solidarietà alle rivolte nelle carceri scoppiate nella primavera del 2020.

Savoia Nicole

Casa Circondariale, Strada delle Novate 65, 29122 Piacenza

Prigioniera politica, attivista anarchica arrestata a Bologna il 13 maggio 2020 durante l'”operazione Riprovo” diretta da ROS e Procura, per l’articolo 270bis, ovvero associazione sovversiva con finalità di terrorismo. E’ accusata assieme ad altri compagni arrestati e indagati, di aver partecipato alle proteste in solidarietà alle rivolte nelle carceri scoppiate nella primavera del 2020.

Riva Elena

Casa Circondariale, Strada delle Novate 65, 29122 Piacenza

Prigioniera politica, attivista anarchica arrestata a Bologna il 13 maggio 2020 durante l'”operazione Riprovo” diretta da ROS e Procura, per l’articolo 270bis, ovvero associazione sovversiva con finalità di terrorismo. E’ accusata assieme ad altri compagni arrestati e indagati, di aver partecipato alle proteste in solidarietà alle rivolte nelle carceri scoppiate nella primavera del 2020.

Puntata del 7/12/2019: Il DL sulla prescrizione del governo Conte-bis

La legge sulla prescrizione che è in cantiere nel governo Conte-bis e che si vorrebbe far entrare in vigore nel gennaio 2020, rischia di allungare enormemente i processi con dispendio di tempo e soldi per tutti i cittadini. Ascoltiamo l’intervento del prof. Vittorio Manes (Prof. Ordinario di Diritto Penale presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna).

Puntata del 22/11/2019 L’operazione “Scintilla”

“Scintilla” è il nome di un’operazione repressiva creata dalla Questura di Torino per arginare le iniziative di solidarietà verso chi è rinchiuso in carceri e CPR, per colpire un movimento di lotta contro queste strutture repressive e culminata con lo sgombero di uno spazio torinese autogestito da più di vent’anni (l’Asilo Occupato). Sono stati arrestati all’inizio di febbraio 2019 sei militanti anarchici (l’ultimo e settimo il 26 novembre 2019 a Cerro Veronese) accusati di “Aver promosso, costituito, organizzato e partecipato a un’associazione sovversiva (ex art. 270 c.p.) diretta e idonea a influire sulle politiche nazionali in materia di immigrazione mediante la ripetuta distruzione dei CIE/CPR e con sistematici atti di violenza e intimidazione nei confronti delle imprese impegnate nella gestione delle sopra indicate strutture di accoglienza” sono le frasi nell’ordinanza del Gruppo Antiterrorismo della Procura di Torino. Tra gli episodi sotto la lente della Procura vi sono anche due attacchi ad uffici postali torinesi. Ricordiamo che la compagnia aerea Mistral Air di Poste Italiane è responsabile dei rimpatri di detenuti all’interno dei CPR in Italia e quindi complice delle deportazioni per mano delle questure soprattutto con l’ultimo “decreto sicurezza bis”. Analizziamo questa operazione repressiva con le parole dell’avvocato Notaro del Foro di Torino.

Bruna Giuseppe

Militante anarchico arrestato il 21 maggio 2019 assieme ad atri due compagni per un’indagine dei carabinieri del ROS chiamata operazione “Prometeo” . Sono accusati dell’invio di tre plichi esplosivi destinati al pm Antonio Rinaudo (da sempre impegnato nel torinese contro le Brigate Rosse ieri ed i No Tav oggi), al pm Roberto Sparagna (anch’esso torinese ed impegnato da sempre nella caccia all’anarchico) e al direttore a Roma del Dipartimento Amministrativo Penitenziario Santi Consolo.

Scroll To Top