Ultime notizie
Home » Archivio » Libri e Film (pagina 4)

Archivio della categoria: Libri e Film

Quando hanno aperto la cella -Stefano Cucchi e gli altri-

 

0361cover def_ok.qxd:culturaBentornati a mezz’ora d’aria, questa mezz’ora in cui cerchiamo anche di suggerire a chi ci ascolta un libro, un saggio, o un’inchiesta su quanto avviene negli istituti di pena.

Oggi lo facciamo con un libro di amara, e purtroppo cronica, attualità dal titolo ‘Quando hanno aperto la cella -Stefano Cucchi e gli altri-‘, uscito per i tipi del Saggiatore nel 2011 e scritto dal sociologo Luigi Manconi e dalla ricercatrice Valentina Calderone.

In questo libro gli autori rendono conto di quanti in carcere hanno perso non solo la libertà ma anche la vita e ne sono usciti in una bara, come cadaveri dal corpo troppo spesso lacerato da ecchimosi, contusioni e fratture. Continua a leggere »

Il carcere manicomio di Salvatore Verde

libri_Salvatore_verde_carcere_manicomioIl carcere manicomio di Salvatore Verde edito da Sensibili alle foglie nel 2011 è un libro che abbiamo trovato molto interessante perché fa un’analisi ad ampio raggio del dispositivo dell’incarcerazione in Italia, includendo in questo fenomeno in costante espansione ogni restrizione della libertà personale che avviene sul nostro territorio.   Continua a leggere »

Iperincarcerazione – Luic Wacquant

iperincarcerazioneBentornati a mezz’ora d’aria, nello spazio che dedichiamo ai libri editi attorno a questo microcosmo che ci sta a cuore. La lettura che vi suggeriamo questa settimana ci conduce oltre i nostri confini, negli Stati Uniti e ci fornisce un punto di vista sull’universo penitenziario più largo ed una riflessione teorica più ampia.

Scritto da Luic Wacquant, docente di sociologia al College du France e professore associato all’università della California, Iperincarcerazione – questo il titolo del saggio- analizza l’abnorme crescita dei provvedimenti penali detentivi avvenuta negli USA dalla metà degli anni ’70 ad oggi, rendendo quello che si autodefinisce ‘ mondo libero’ il paese con il più alto numero di detenuti al mondo. A fronte di una percentuale di crimini rimasta pressoché invariata o persino in calo negli ultimi trent’anni, la popolazione carceraria è invece sempre stata in costante aumento fino a raggiungere i 2,4 milioni di detenuti attuali. Continua a leggere »

recensione del film Hunger – di Steve Mcqueen

HungerIn questo spazio nel quale vi proponiamo quanto viene pubblicato in Italia attorno al ristretto mondo dei ristretti, su cui cerchiamo di dare e fare luce, oggi siamo particolarmente contenti di segnalarvi l’uscita in dvd di un film proiettato nelle nostre sale con ben 4 anni di ritardo rispetto alla sua edizione e quasi ignorato dal pubblico, nonostante la ricca messe di riconoscimenti ovunque ricevuta. Ci auguriamo che l’uscita in dvd sia pertanto un’occasione che non vada perduta, per l’alto valore etico ed estetico che questa pellicola esprime.

Il film in questione, Hunger, del regista e artista britannico Steve Mcqueen, ci porta a Maze, una prigione dell’Irlanda del nord, dove sono rinchiusi i dissidenti politici appartenenti all’IRA. Continua a leggere »

La tortura in Italia di Patrizio Gonnella

 

tortura 1Scritto da Patrizio Gonnella e pubblicato da Derive e Approdi nel 2013, La tortura in Italia – parole, luoghi e pratiche della violenza pubblica– ci informa innanzitutto di un fatto sconcertante: la tortura nel nostro paese non è un reatoNonostante l’Italia abbia ratificato nel 1988 la Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura, di fatto questa non è si mai tradotta in norma di legge: chi pratica la tortura resta impunito, come amaramente dimostrano le vicende giudiziarie relative alla violenza di Stato consumatasi nella scuola Diaz e a Bolzaneto nel 2001, che hanno visto poliziotti e dirigenti – in assenza di un reato di tortura – condannati per semplici lesioni, condanne oltretutto prescritte dalla Cassazione nel giugno del 2013. Continua a leggere »

Scroll To Top