Ultime Notizie

Rottweiler

Diritto e rovescio

21 luglio. Nel pomeriggio una quarantina di antirazzisti si radunano nella centralissima via Garibaldi, determinati a far conoscere alla città la storia degli occupanti di via Pisa. Striscioni, megafono, amplificazione e un migliaio di volantini da distribuire ai passanti.
In molti si informano, altri chiedono, altri ancora si fermano soltanto ad ascoltare. Peccato che ad osservare la scena ci sia quasi tutta la Digos di Torino, insieme agli equipaggi di tre camionette dei Carabinieri e due della Polizia. Altre tre camionette sono pronte nella piazza del Municipio, pochi passi più in là. Perché tante divise a vigilare su di un presidio tutto sommato così ordinario? A detta degli ispettori della Digos per dividere i manifestanti dagli esponenti del Comitato Spontaneo di Lucento - «almeno in duecento e accompagnati da alcuni ferocissimi rottweiler» - che sarebbero dovuti arrivare di lì a poco per una loro iniziativa di protesta. Ma, durante tutto il pomeriggio, in piazza non compariranno né lucentesi razzisti né cani feroci di nessuna specie: evidentemente, l’esibizione di tanti muscoli serve a dividere i manifestanti antirazzisti dal sindaco Chiamparino e dall’assessore Curti, ancora in preda alle convulsioni dal giorno dell’occupazione dello stabile di via Pisa 5.

leggi:
il volantino distribuito
Ritorno alla miseria?
Sull’orlo di una crisi di nervi

macerie @ Luglio 21, 2008

Spiacente, al momento l’inserimento di commenti non è consentito.