Ultime Notizie

Una mattina qualsiasi (in una gabbia)

Diritto e rovescio

31 maggio. Proprio nella stessa sezione dove è la settimana precedente era morto Hassan, le guardie entrano con i manganelli e si avventano su due reclusi. Uno lo spogliano, lo ammanettano mani e piedi e lo riempiono di manganellate. L’altro pure se le prende, ma da vestito. La colpa contestata ai due era di correre nelle gabbie - di giocare ad evadere. Uno dei due viene trasportato fuori e si pensa verrà arrestato. La notizia esce e in pochi minuti comincia a muoversi la catena della solidarietà. Ancora una volta i centralini dei responsabili del centro vengono inondati di telefonate e dopo un’oretta il ragazzo ritorna, livido, nella gabbia coi suo compagni.

macerie @ Maggio 31, 2008

Spiacente, al momento l’inserimento di commenti non è consentito.