Ultime Notizie

La mannaia della SS

Diario

Qualche mese fa i carabinieri di Mirafiori, nell’ambito di indagini intorno alla lotta contro al Cpr, hanno chiesto l’ennesima Sorveglianza Speciale per un compagno. Ieri è arrivata la risposta: per due anni dovrà subire questa insidiosa limitazione del proprio spazio esistenziale.

Le scartoffie non aggiungono nessuna novità alla solita argomentazione sulla pericolosità sociale e l’avversione all’autorità.

Ecco le misure imposte:

1 - Darsi alla ricerca di un lavoro entro trenta giorni dalla comunicazione del decreto di Sorveglianza Speciale.

2 - Fissare la propria dimora facendola conoscere all’Autorità di Pubblica Sicurezza.

3 - Non allontanarsi da tale dimora senza preventivo avviso.

4 - Non allontanarsi dal comune di dimora o residenza senza preventiva autorizzazione.

5 - Non associarsi abitualmente alle persone che hanno subito condanne o sono sottoposte alla medesima misura di prevenzione.

6 - Vivere onestamente, rispettare le leggi.

7 - Non rincasare la sera dopo le ore 21 e non uscire la mattina prima delle ore 7, salvo comprovata necessità e comunque senza averne data tempestiva notizia all’Autorità di Pubblica Sicurezza.

8 - Non detenere e non portare armi, non partecipare a pubbliche riunioni, per le quali deve essere dato avviso all’Autorità.

L’ennesima mannaia contro il suo e il nostro incessante afflato di libertà.

macerie @ Luglio 25, 2018

Spiacente, al momento l’inserimento di commenti non è consentito.