Ultime Notizie

Saluto ad Alessandria

La miglior difesa

18 maggio. Alessandria. Verso sera una quarantina di solidali si reca sotto le mura del carcere di Alessandria per salutare Niccolò, Mattia, Gianluca, Paolo e Ivano e tutti i detenuti lì rinchiusi. Un’ora sentita e rumorosa, scandita da botti, cori e canzoni.  Nonostante il vento che rende difficile la comunicazione, se non le parole, tra una folata e l’altra arrivano chiaramente le voci dei compagni. Voci felici e rabbiose, voci che risuonano di gioia e libertà. Finché, dopo un esplosione di fuochi d’artificio, ci si saluta con la promessa di vedersi in aula al processo.

macerie @ Maggio 18, 2014

Spiacente, al momento l’inserimento di commenti non è consentito.