4.20 RAM disk

Parte della memoria centrale (RAM) può essere utilizzata per la memorizzazione di file e directory, come se fosse parte della memoria di massa, con la differenza che i tempi di accesso alle informazioni è notevolmente inferiore rispetto a quello relativo alla memoria di massa e che il suo contenuto viene perduto con lo spegnimento della macchina. La gestione di tale porzione di memoria va sotto il nome di RAM disk.

La gestione del RAM disk può essere effettuato secondo due metologie diverse. La prima (la più datata) utilizza i file di dispositivo /dev/ram* come fossero dei dispositivi esterni. I comandi seguenti

 
# mkfs -t ext2 /dev/ram1
# mount /dev/ram1 /mnt/ramdisk  
inizializzano il dispositivo /dev/ram1 (prima partizione del RAM disk) secondo il filesystem ext2 e lo montano nel mount point /mnt/ramdisk (che ovviamente deve esistere come directory).

La seconda metodologia, più recente, utilizza un filesystem particolare, il ramfs. Il comando seguente

 
# mount -t ramfs none /mnt/ramdisk  
monta il ramdisk nel mount point /mnt/ramdisk. L’utilizzo del filesystem ramfs permette di sottrarre alla RAM la parte effetivamente richiesta per la memorizzazione dei file, in maniera automatica. Il filesystem ramfs permette le seguenti opzioni di montaggio