1.8 I dischi

I dischi magnetici sono i dispositivi più utilizzati come memoria di massa nei PC. Un disco magnetico può essere composto da più piatti (v. fig. 1.25) di materiale trasparente ai campi magnetici, ricoperto su entrambe le facce da un deposito di materiale ferromagnetico. I piatti costituiscono il supporto fisico sul quale sono memorizzate le informazioni. L’accesso alle informazioni contenute sul disco avviene per mezzo di trasduttori magnetici che sono le testine. Queste sono in numero pari al doppio dei piatti che costituiscono il disco: una per ogni faccia. Quando il disco è in funzione, i piatti ruotano attorno al proprio asse con una velocità angolare costante. Le testine possono muoversi soltanto trasversalmente rispetto al senso di rotazione dei piatti, avvicinandosi o allontanandosi dall’asse di rotazione dei dischi stessi. La posizione delle testine individua una traccia su ogni faccia dei piatti del disco, costituita dalla porzione circolare del supporto magnetico che transita sotto di esse. Ogni traccia viene suddivisa in porzioni, tutte della stessa grandezza: i settori39. Quest’ultimi hanno generalmente la capacità di contenere 512 byte.

Generalmente i settori del disco vengono detti anche blocchi fisici, sebbene si tratti di un blocco individuato dalla logica microprogrammata che controlla il disco, e quindi risultato di un’astrazione. Si prlo comunque di blocco fisico per distinguerlo da quello logico introdotto da un livello superiore di astrazione che è il filesystem (v. cap. 4).


pict
Figura 1.25: Vista di un disco magnetico in sezione longitudinale e trasversale rispetto all’asse di rotazione.


pict
Figura 1.26: Interno di un hard disk.

La meccanica del disco (l’insieme dei bracci che sostengono le testine, il motore che li muove e quello che fa ruotare i piatti) è comandata dall’apposita circuiteria presente sull’unità a disco. Questa comprende dei circuiti integrati contenenti quello che viene detto firmware (microcodice o logica microprogrammata) del disco che costituise l’interfaccia tra il sistema ed il disco stesso.


  1.8.1 CHS
  1.8.2 LBA
  1.8.3 I dischi ottici
  1.8.4 Le partizioni
  1.8.5 Il caching
  1.8.6 Impostazioni dei dischi