Vik a Gaza
27Nov/110

VI udienza omicidio Vik

Gaza 24 novembre, 6° udienza per Vik
Questa mattina c'erano altre 4 udienze nel tribunale militare di Gaza, prima di quella prevista agli assassini di Vittorio. Dovevano esssere udienze veloci, poi doveva iniziare il processo previsto e rimandato dal 3 novembre scorso.
La prima udienza, ha visto un uomo alla sbarra, in prigione da 3 mesi senza nessuna imputazione. La Pubblica Accusa chiedeva di rimandare ancora; la difesa chiedeva una liberazione su cauzione in attesa della presentazione degli atti dell'inchiesta e la formulazione di una accusa per l'imputato. Processo rimandato.
La seconda udienza, un processo per detenzione di polvere di alluminio; l'imputato un giovane che lavora presso una ditta che fornisce sostanze chimiche all'Universita', Facolta' di chimica, per gli esperimenti in laboratorio. Accusato di voler costruire armi contro l'autorita', il processo si e' svolto con un lungo simposio sulle possibilita' di utilizzo di questo elemento per utilizzarlo come esplosivo. Processo rimandato.
Altri due processi rimandati perche' non erano presenti ne avvocati ne testimoni.
Infine il 5° processo, ora ormai tarda, le 1 del pomeriggio. i testimoni previsti per la giornata, erano arrivati ma poi sono andati via, cosi il processo e' stato rimandato...ancora.... prossima udienza 5 dicembre 2011. :-(

9Sep/110

Gaza: processo per l’omicidio di Vittorio Arrigoni

Da Radiondarossa

Una compagna da Gaza e l'avvocato Pagani della famiglia Arrigoni ci raccontano l'udienza che si è svolta ieri a Gaza per l'omicidio di Vittorio Arrigoni.

9Sep/110

Inizia il processo…Vik con noi!

Dal blog Militant

Come ricorderete, alcuni di noi parteciparono lo scorso maggio al progetto CO.R.UM (Convoglio Restiamo Umani) che attraversò il valico di Rafah per giungere nella Striscia di Gaza, al fine di portare solidarietà (ad un mese di distanza dal suo omicidio) alla memoria di Vittorio Arrigoni; nelle stesse giornate, di cui ancora oggi portiamo indelebile il ricordo e le cicatrici, il convoglio si adoperò per far si che l’omaggio a Vittorio si tramutasse in una ripresa ed un continuo del suo lavoro, del suo impegno, della sua lotta.