lunedì, ottobre 23, 2017
Ultime notizie
Home » Post » Anonymous attacca siti di procura e polizia: “Summum ius, summa iniuria”
Anonymous attacca siti di procura e polizia: “Summum ius, summa iniuria”

Anonymous attacca siti di procura e polizia: “Summum ius, summa iniuria”

Ai Chiar.mi Procuratori della Repubblica
Giancarlo Capaldo ed Eugenio Albamonte
Alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma
Al CNAIPIC
Con le vostre azioni avete dichiarato la morte dei due nostri compagni.
Trattati alla stregua di criminali, pubblicando le loro identità e dati personali,
togliendoli la maschera, andando contro il massimo principio di Anonymous.
E avete dato in pasto ai media notizie tendenziose e fuorvianti, lungi da qualsiasi
obiettiva verità.
Ad ogni azione corrisponde una reazione pari e contraria, pertanto, con sommo piacere vi diamo un assaggio di cosa significhi verità ed informazione.
Pubblichiamo qui senza alcuna censura i dati dei vostri database: indirizzi email, password, codici fiscali e altre informazioni saranno di libero dominio, visibili da
chiunque.

Prendete nota. E’ solo l’inizio. Noi non ci fermeremo, MAI.

Noi continueremo a lottare, per i nostri Fratelli, per i nostri Ideali.
Aken e Otherwise, questa e’ la nostra vendetta per Voi, noi ci siamo, vi
sosteniamo, vi vendichiamo.
Cannot arrest an idea.
We are Anonymous
We are Legion
We do not forgive
We do not forget.
Aken, Otherwise..we expect YOU.

Commenti chiusi.

Scroll To Top