lunedì, ottobre 23, 2017
Ultime notizie
Home » News » Dopo il corteo del 28 in Clarea sparisce la targa
Dopo il corteo del 28 in Clarea sparisce la targa

Dopo il corteo del 28 in Clarea sparisce la targa

“Certa è la vittoria. Resistere, contrapporsi, battersi. L’esistenza, l’impegno, la passione”.
Questo quanto riportato nella targa fissata su una roccia della Clarea, nella minuscola borgata che dal torrente ha preso il nome.
Una targa posta a fine maggio dello scorso anno per ricordare un avvenimento ma anche per affermare come il popolo del no tav intenda proseguire con determinazione il suo cammino di contrapposizione alla devastante opera del cantiere  ubicato a pochi passi.
Ma oggi, giorno successivo alla marcia di Chiomonte, la targa dal sasso che l’abbracciava, è scomparsa, in un luogo segnato da un’ordinanza che ha impedito, per tutto il fine settimana, ai normali fruitori della zona di avvicinarsi e quindi, logicamente, di compiere qualsivoglia azione.
Ma la forza racchiusa nelle parole scolpite è stata per qualcuno, al riparo da occhi indesiderati, provocazione e stimolo ad utilizzare alcune di quelle temutissime pietre del bosco per staccare con violenza la targa, pietre divenute arma concreta verso pensieri liberi.
Brutta cosa questa, soprattutto in questo tempo già così segnato da guerre e contrapposizioni….. Tempo dove lo splendido rapporto che dovrebbe unire gli umani è sempre più umiliante ricordo…
Gabriella Tittonel

Commenti chiusi.

Scroll To Top