mercoledì, ottobre 17, 2018
Ultime notizie
Home » Post » Ercole Incalza in carcere per affari TAV
Ercole Incalza in carcere per affari TAV

Ercole Incalza in carcere per affari TAV

Tav di Firenze, già indagato ed uscito dal Ministero delle Infrastrutture (vi entra però come collaboratore esterno), dopo 14 anni consecutivi di mandato, oggi viene arrestato insieme ai suoi uomini di fiducia.

di Valsusa Report

Ercole Incalza, lo abbiamo visto più volte al cantiere della Maddalena,  entrare e uscire con disinvoltura,  come fosse di casa,  lo abbiamo visto sussurrare alle orecchie del Ministro Lupi nelle conferenze stampa,  noi del TGVallesusa eravamo lì a vedere.  Oggi la notizia letta su Il Fatto Quotidiano che riportiamo: Ercole Incalza, dirigente del ministero dei lavori pubblici, è stato arrestato su richiesta della procura di Firenze, secondo quanto riporta il sito del Corriere della Sera. Quattro persone sono finite in carcere mentre sono in corso oltre 100 perquisizioni. L’operazione è condotta dai carabinieri del Ros. Nel mirino la gestione illecita degli appalti delle cosiddette Grandi opere. Agli indagati vengono contestati i reati di corruzione, induzione indebita, turbata libertà degli incanti ed altri delitti contro la Pubblica amministrazione.

Le ultime dichiarazioni del ministro Lupi, era luglio del 2014 “in ragione della delicatezza delle funzioni, Incalza è stato oggetto di numerose e doverose verifiche del suo operato, ma gli organi giuridici mai hanno rilevato elementi di reato né irregolarità amministrative”.

I carabinieri del Ros stanno eseguendo decine di perquisizioni nei domicili degli indagati e anche negli uffici di diverse società tra cui Rfi e Anas international Enterprise. Arrestati anche gli imprenditori Stefano Perotti e Francesco Cavallo, e Sandro Pacella.

V.R. 16.3.15

Commenti chiusi.

Scroll To Top