lunedì, dicembre 18, 2017
Ultime notizie
Home » Post » Manifestazione NO TAV: in migliaia sotto la pioggia invadono Torino
Manifestazione NO TAV: in migliaia sotto la pioggia invadono Torino

Manifestazione NO TAV: in migliaia sotto la pioggia invadono Torino

Il tempo, lo avevano preannunciato i meteorologi, non sarebbe stato clemente.
Una giornata fredda e piovosa che con il suo mantello di nubi basse ricorda che l’inverno non è ancora passato.
Ma i meteorologi ignoravano lo sprazzo di colore e vitalità che nel grigio pomeriggio di Torino avrebbe invaso le strade e riempito di suoni, canti e slogan l’aria della città. Nonostante la pioggia, nonostante il freddo.

In migliaia i no tav si sono ritrovati, come da appuntamento, in Piazza Statuto e hanno percorso le vie del centro cittadino armati di bandiere, striscioni e determinazione, verso Piazza Castello.

Una manifestazione che ha visto partecipare tutte le anime del movimento con gli Amministratori della Valsusa, in apertura del lungo serpentone di drappi, cartelli e musica.
Un corteo che ha come parole d’ordine che ogni euro speso per il Tav è un euro rubato a qualcosa di utile per tutti e tutte, per questo recentemente 48 notav sono stati condannati ad oltre 140 anni di carcere e al risarcimento di 131.140 euro.
Una manifestazione popolare, a moda nostra, in cui la solidarietà e l’impegno nel rilanciare la lotta si sono intrecciati, ancora una volta.
Un corteo in cui ognuno dei partecipanti era certo che se qualche no tav è stato giudicato colpevole da una giustizia ingiusta e politicizzata, allora siamo tutti colpevoli. Colpevoli di difendere non solo il nostro territorio, il nostro futuro e le nostre vite ma di difendere il Paese intero da questa speculazione che dirotta i soldi dei servizi (trasporti locali, sanità, scuola) in grandi opere inutili e in apparati militari per difenderle.
Grande la solidarietà e la presenza delle altre lotte territoriali, dai NO EXPO (pur bloccati sul loro treno in maniera pretestuosa e incomprensibile) ai No Tav Terzo Valico, ai No Tav di Brescia.

Oggi per tutti è stata una giornata importante, un momento in cui la Valsusa scende in piazza e lo fa per ribadire che nonostante l’attacco al movimento e le sentenze politiche, la Valle c’è, ed è incapace di arrendersi e rilancia la mobilitazione portando a Torino, città simbolo e sede dei poteri che attaccano i territori e le finanze pubbliche, le contraddizioni di un sistema che scricchiola sempre di più.

Commenti chiusi.

Scroll To Top