domenica, dicembre 17, 2017
Ultime notizie
Home » Post » Anche per Graziano, Lucio e Francesco cade l’accusa di terrorismo
Anche per Graziano, Lucio e Francesco cade l’accusa di terrorismo

Anche per Graziano, Lucio e Francesco cade l’accusa di terrorismo

Il 9 dicembre il gip di Torino Federica Bompieri disponeva misure cautelari per Francesco, Lucio e Graziano, già in carcere, rispolverando l’accusa di terrorismo. La Procura di Torino tentava un colpo di teatro a pochi giorni dalla sentenza per Chiara, Claudio, Mattia e Niccolò. Tutti sappiamo com’è andata quella sentenza.
Oggi il tribunale del riesame ha fatto cadere quell’accusa per i tre no tav. Sono passati 20 giorni. Tempo sufficiente per spostare i ragazzi nel carcere di Ferrara nella sezione AS2.

Il castello ideato da Gian Carlo Caselli e fedelmente costruito dai pm Padalino e Rinaudo è ormai un cumulo di macerie. Si certo, Caselli continua a pontificare sui no tav, ma lo fa ormai in modo palesemente rabbioso, perché il suo teorema è andato in pezzi e la sua immagine, a cui tanto tiene, con lui. Però Francesco, Lucio e Graziano sono ancora detenuti, noi vogliamo che escano da quelle maledette mura.

Per chi volesse scrivergli, l’attuale recapito è:

Francesco Sala
Graziano Mazzarelli
Lucio Alberti

c/o C.C. via dell’Arginone, 327 – 44100 Ferrara

Commenti chiusi.

Scroll To Top