lunedì, ottobre 23, 2017
Ultime notizie
Home » Documenti » Bastava leggere
Bastava leggere

Bastava leggere

 

Riceviamo e pubblichiamo

Il quotidiano LaStampa di oggi 23 luglio 2014 a pag. 47 pubblica una dichiarazione del senatore Stefano Esposito “il governo deve assegnare alla regione la programmazione e il coordinamento di tutti gli interventi compensativi collegati alla Torino-Lione”. Evidentemente il parlamentare non conosce le Delibere emanate dal Governo che lui stesso sostiene. Infatti il CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha già individuato la Regione Piemonte come soggetto attuatore delle compensazioni e come destinataria dei fondi necessari. Gli atti formali di tale decisione sono diversi. Basta per comodità leggere l’ultimo, di dicembre 2013, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 20 maggio 2014. In premessa, riporta l’elenco dei provvedimenti antecedenti.

La Delibera n. 91 stabilisce che per alcune opere il soggetto attuatore sarà il Comune di Susa, confermando la Regione Piemonte per le restanti opere. La Delibera integrale si può trovare qui: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2014/05/20/14A03755/sg

In proposito si possono svolgere due considerazioni interessanti.

1) l’attribuzione a Susa della gestione di una parte delle compensazioni deriva da una serie di richieste fatte proprio dalla Regione Piemonte!

(“con nota 18 ottobre 2013, n. 678, relativamente agli interventi «di priorità 1» di cui all’elenco allegato alla citata delibera n. 29/2013, la Regione Piemonte ha rilevato l’esistenza di opere riconducibili, «per competenza e tipologia, a enti pubblici diversi dalla Regione» stessa, quali la Provincia di Torino e il Comune di Susa; che, in allegato alla nota sopra richiamata, la citata Regione ha trasmesso l’elenco delle opere di «priorità 1», indicando, per alcuni interventi, la Provincia di Torino e il Comune di Susa quali nuovi soggetti aggiudicatori; che, con l’ulteriore nota 17 dicembre 2013, n. 43272, il Ministero istruttore ha trasmesso una nuova versione del suddetto elenco, individuando le opere il cui soggetto aggiudicatore è da variare nel Comune di Susa e precisando che la Regione Piemonte, che rimane soggetto aggiudicatore delle restanti opere, ha comunque la facoltà di affidare le funzioni di soggetto aggiudicatore a sue società di committenza (SCR) e alla Provincia di Torino”).

2) le compensazioni intorno a Susa valevano circa 10 milioni a settembre 2013 ma in soli sei mesi sono aumentate di oltre il 30%!

(“il suddetto elenco aggiornato evidenzia un incremento di 3.640.000 euro del costo complessivo delle opere «di priorità 1», dagli iniziali 10.101.019 euro di cui alla delibera n. 29/2013 agli attuali 13.741.019 euro).

Senatore, rinnoviamo l’amichevole commento rivolto un mese fa alla sua collega Bindi: bastava leggere

 

Commenti chiusi.

Scroll To Top