lunedì, ottobre 23, 2017
Ultime notizie
Home » Post » Le bombe carta e i signor Nessuno
Le bombe carta e i signor Nessuno

Le bombe carta e i signor Nessuno

E’ di questa mattina la notizia che ad Avigliana di fronte alla neoinaugurata sede del PD sia comparso un sacchetto con un petardo disinnescato e delle pietre.  Nessuna rivendicazione. Un gesto anonimo.

Un gesto che Michele Ferraudo e i Democratici Avigliana, prima ancora degli inquirenti, attribuiscono al movimento no tav:

Schermata 2014-03-25 alle 13.38.52

Dem

Ci pare di rivedere formato paese le stesse scene di qualche mese fa, con i soliti protagonisti: la bomba-pacco e i signor Nessuno, quelli che con il vittimismo, il livore e le crociate si tav provano a crearsi un personaggio.

Ovvio che rispediamo le accuse al mittente.  Minacce in stile mafioso, lettere minatorie, buste con proiettili e bombe pacco sono l’armamentario di altri figuri, ben più contigui agli apparati di quanto non lo siamo noi. Il movimento no tav, da sempre, dice quel che fa e fa quel che dice. Un petardo davanti alla sede di un partito nei nostri paesi non è certo nelle nostre corde.

Ma facciamo alcuni passi indietro.

Il 16 marzo durante l’inaugurazione del circolo del PD aviglianese gli aderenti al circolo, nella persona del segretario Enzo Cavalieri, hanno dichiarato alla platea (tra cui c’erano sindaco e assessori che erano stati invitati) di voler cambiare rotta.
E’ stata ribadita la fine dell’esperienza Sada, di Grande Avigliana e delle strane alleanze (PD+PDL+AN ecc…), e si è per la prima volta espressa la disponibilità a collaborare con l’attuale amministrazione.

Oggi 25 marzo viene ritrovato questo sacchetto con un petardo, nessuna rivendicazione, e tutto ciò, pensate un po’, avviene proprio davanti a quella sede del PD che, per la prima volta, ha dimostrato più interesse al dialogo.

Permetteteci di riproporre una domanda: tutto questo a chi giova?

Non di certo al movimento no tav, tirato come sempre in ballo.
Un movimento su cui si è incancrenita una repressione politico-giudiziaria senza precedenti, un movimento bersagliato da attacchi mediatici e politci che, guarda caso, rafforzano le tesi delle procura e al contempo mirano a disperdere la partecipazione e il sostegno popolare costruito in questi vent’anni.

Siamo onesti, c’è qualcuno che pensa che intimidire un circolo locale del PD, che già non gode di buona salute per le ampie fratture interne, serva a fermare il TAV?

L’invito che riproponiamo a chi sta usando questo gesto idiota e anonimo per avere visibilità politica e alzare la tensione in valle è di ricordarsi che il movimento no tav vi sta di fronte, da sempre, mentre sapete bene chi è che gioca sporco alle vostre spalle.

Comitato NO TAV Spinta dal Bass – Spazio sociale VisRabbia

Commenti chiusi.

Scroll To Top