Stai consultando l'archivio di Macerie del mese di Ottobre, 2014.

Ultime Notizie

Una al mese

macerie @ Maggio 29, 2011

Un retata al mese, tanto perché sia ben chiara l’aria che tira. Dopo gli arresti di Bologna e quelli di Firenze, ora una bella sfilza di perquisizioni e mandati di cattura in tutto il Piemonte. Niente ricami intorno a reati associativi, questa volta, perché a mettere al lavoro all’alba i questurini di Cuneo e Torino […]

Continua a pag. 28566

Distributori

macerie @ Maggio 28, 2011

28 maggio. Tre distributori dell’Agip vengono sigillati e danneggiati, in solidarietà con gli arrestati di Bologna e in concomitanza con il G8 in Francia.

Continua a pag. 28564

Controlli a Bologna

macerie @ Maggio 27, 2011

 
 
Bologna, 27 maggio 2011 - Maxi controllo straordinario della Polizia, ieri a Bologna, per identificare e monitorare i tanti tunisini che girano in citta’ dopo essere sbarcati recentemente a Lampedusa e sulle coste della Sicilia. In 63, tutti in possesso di permesso di soggiorno temporaneo, sono stati identificati, mentre altri 18 sono stati accompagnati in […]

Continua a pag. 28804

Il grande flop

macerie @ Maggio 27, 2011

Venezia, 27 maggio 2011 - E’ come precipitare nel buco nero dell’ozono o muoversi in una sorta di nebulosa dove l’interpretazione di leggi, leggine e codicilli intasa il lavoro di Questure, Carabinieri, Finanza, Comuni, Prefetture, Capitanerie di Porto. Mentre ci si accapiglia sull’ospitalità di qualche centinaio di profughi in fuga dal Nord Africa, si dimentica […]

Continua a pag. 28801

Non volete i poveri?…

macerie @ Maggio 26, 2011

26 maggio. “Non volete i poveri? Meritate saccheggi”. Una mano ignota ha lasciato questa e altre scritte sulle barriere anti-mendicanti di cui si è dotato il Conad di via Tarino per impedire che si faccia l’elemosina all’ingresso del market. La risposta, qualificante, è stata riformulata così dal giornalista Paolo Coccorese: «è […]

Continua a pag. 28594

Cani azzoppati

macerie @ Maggio 25, 2011

25 maggio. Nella notte ignoti si introducono dentro al complesso Snam-Eni di Torino Nord e tagliano i pneumatici a una trentina di mezzi di servizio: qualche cane a sei zampe non camminerà per un paio di giorni. Fuori dagli uffici la scritta: «voi G8, noi fuoriluogo».

Continua a pag. 28567

Fuga tentata a Roma

macerie @ Maggio 23, 2011

«Proteste nel pomeriggio al Cie di Ponte Galeria, a Roma, dove alcuni immigrati sono saliti sul tetto e hanno bruciato materassi e coperte. Qualcuno ha approfittato della confusione per fuggire e un ragazzo marocchino e’ rimasto lievemente ferito mentre provava a scavalcare le barriere che separano la sezione donne. Soccorso, […]

Continua a pag. 28563

Il cuore oltre l’ostacolo

macerie @ Maggio 23, 2011

Padova, 23 maggio 2011 - Il sindacato di polizia Coisp contro il questore Luigi Savina: a scatenare la polemica sono state le dichiarazioni della 159esima Festa della Polizia, che si è svolta sabato scorso. Il questore aveva minimizzato la mancanza di risorse per le forze dell’ordine, i sindacati invece evidenziano il problema.
“Si può fare di […]

Continua a pag. 28800

Pellegrini e deportati

macerie @ Maggio 14, 2011

Prima un pacco prioritario, poi un imbolsito cardinale, un poliziotto di guardia, poi un plico di raccomandate o un gruppo di fedeli che cantano inni oppure ancora un tunisino in via di rimpatrio imbarcato con l’inganno e guardato a vista. Su e giù intorno all’Europa e al Mediterraneo tra Lampedusa, Fiumicino, Linate, Lourdes e, ovviamente, […]

Continua a pag. 28557

Arresti e processi a Torino

macerie @ Maggio 14, 2011

Dopo più di due mesi dalla rivolta la polizia ha arrestato due ragazzi tunisini ritenuti responsabili dell’incendio che il 28 di febbraio scorso ha reso inagibile l’area gialla del Cie di Torino. Si chiamano Hamdi Farjallah e Lofti Babicha e ora sono nel carcere delle Vallette. Erano tra i pochi rimasti ancora prigionieri nel Centro […]

Continua a pag. 28560

Felici

macerie @ Maggio 14, 2011

«Per una volta siamo qui a darvi una buona notizia. Un ragazzo, tunisino di 26 anni, nel pomeriggio di ieri 13 maggio è riuscito a fuggire dal cie di Restinco. A tutt’ora non sono ben note le dinamiche. Sicuramente la fuga è stata rocambolesca, considerazione intuibile dal fatto che il fuggitivo […]

Continua a pag. 28559

Dalla stazione al Cie

macerie @ Maggio 14, 2011

14 maggio. Dieci tra i tunisini che occupano la stazione di Ventimiglia sono stati fermati dalla polizia col pretesto di una rissa e portati nel carcere di Sanremo. Tre giorni dopo, privati del permesso di soggiorno temporaneo, sono stati condotti al Cie di c.so Brunelleschi di Torino, nel quale si trovano attualmente. Non si sa […]

Continua a pag. 28562

Subito

macerie @ Maggio 13, 2011

12 maggio. Nella notte un gruppo di solidali improvvisa un rumoroso saluto ai reclusi di C.so Brunelleschi, alcuni dei quali sono stai tradotti nel Centro durante gli scorsi giorni. Al grido di “Libertà”, con battiture e fuochi d’artificio, si esprime la vicinanza e la rabbia che unisce i nemici delle frontiere a chi è rinchiuso […]

Continua a pag. 28558

Informazioni utili

macerie @ Maggio 13, 2011

Roma, 13 maggio 2011 - Saltati almeno 4 rimpatri, poliziotti spostati come nel Risiko. Maroni ha appena regalato all’omologo tunisino quattro motovedette di ultima generazione.
Ne possono rimpatriare 60 al giorno, ma spesso non riescono a fare neanche quello. Nella generale distrazione della campagna elettorale, capita che l’accordo con la Tunisia, stipulato il 5 aprile dal […]

Continua a pag. 28802

Catena in via Corelli

macerie @ Maggio 12, 2011

«Complici e solidali verso le rivolte dei migranti qui e in tutto il mediterraneo, non potevamo restare indifferenti di fronte all’arresto di 7 tunisini accusati dell’ultima ribellione nel CIE di via corelli a milano. Nella notte tra il 10 e l’11 maggio, poche ore prima del processo-farsa contro di loro, abbiamo […]

Continua a pag. 28553

Condanne (e un altro arresto) a Milano

macerie @ Maggio 12, 2011

«Ieri mattina si è svolta la prima e unica udienza del processo contro i sette tunisini che diedero vita alla rivolta in Corelli di fine aprile.
Diciamo subito che, peggiorando la situazione dell’udienza preliminare (ricordiamo che in quell’occasione gli avvocati di ufficio assegnati ai sette ribelli, avevano rifiutato di patteggiare una pena di sei mesi senza […]

Continua a pag. 28552

Una irruzione e mezza

macerie @ Maggio 12, 2011

11 maggio. Irruzione al consolato francese di Torino: un gruppo di solidali con i tunisini in lotta a Parigi e a Ventimiglia riempie la sede diplomatica di volantini, improvvisa un comizio contro le frontiere approfittando della finestra che si affaccia su via Roma e saluta in scioltezza. Poco dopo, proprio mentre le sirene sfrecciano a raccogliere le […]

Continua a pag. 28550

Di nuovo, di domenica

macerie @ Maggio 12, 2011


Continua a pag. 28549

Cani

macerie @ Maggio 10, 2011

10 maggio. Un gruppo di nemici del cane a sei zampe irrompe nell’Energy Store di via Gioberti. Lo striscione con cui si presentano all’ingresso sintetizza le ragioni di questa ennesima contestazione: “Nucleare, Guerra, Petrolio - Eni sfrutta e uccide”. Con megafono e volantini vengono spiegate le ragioni della protesta, che è […]

Continua a pag. 28555

In palestra

macerie @ Maggio 9, 2011

Sabato 7 maggio: un grosso gruppo (più di una cinquantina) di tunisini senza documenti, scampati allo sgombero dell’occupazione del 51 Av. Bolivar, ha occupato, insieme ad alcuni solidali francesi, una palestra in rue Fontaine au Roi.
Appeso fuori c’è lo stesso striscione: “Né polizia, né carità, un luogo per organizzarsi”. Molti abitanti del quartiere, una zona […]

Continua a pag. 28547

Da Lampedusa a Parigi: cariche, contro-cariche e vasi di geranio

macerie @ Maggio 8, 2011

Quattro maggio, ore sedici e trenta. Poco prima delle due, su domanda del Comune di Parigi, quasi 300 sbirri (con un elicottero equipaggiato di due telecamere) sono intervenuti per sgomberare l’edificio al numero 51 di Avenue Simon Bolivar ed arrestarvi i tunisini del Collettivo da Lampedusa a Parigi.

Continua a pag. 28546

A Milano, mercoledì prossimo

macerie @ Maggio 8, 2011

«Martedì 3 maggio si è svolta l’udienza preliminare del processo contro i sette tunisini individuati come responsabili della rivolta esplosa nel CIE Corelli il giorno prima.
Nonostante il processo per direttissima si svolgesse a porte chiuse alcuni/e compagni/e, insieme agli avvocati che da anni seguono i processi contro i rivoltosi del CIE milanese, sono riusciti a […]

Continua a pag. 28545

Fuga a Modena

macerie @ Maggio 7, 2011

«Hanno tentato la fuga di massa per evitare il rimpatrio, previsto per questa mattina. Ma la prontezza delle forze dell’ordine ha permesso di riacciuffarli quasi tutti. Quasi perché due si sono calati giù per la grondaia sfidando le vertigini e i dieci metri di vuoto e si sono dileguati. Per gli altri, invece, è servita una […]

Continua a pag. 28544

Quattrocento colpi, ancora

macerie @ Maggio 7, 2011

6 maggio. Notte di solidarietà con i compagni di Firenze arrestati l’altro giorno. A farne le spese due bancomat, danneggiati; accanto la scritta: “ancora 400 colpi”.

Continua a pag. 28543

Quattrocento colpi

macerie @ Maggio 6, 2011

Come forse già saprete, la mattina del 4 maggio, a Firenze, è scattato un intervento poliziesco coordinato dalla Dccp, ex Ucigos, che ha effettuato perquisizioni e disposto arresti. Imputazione, ancora una volta, è “associazione a delinquere”, come già a Bologna il mese scorso, a Torino un anno fa, e a Lecce tra un grado e […]

Continua a pag. 28537

Francesi

macerie @ Maggio 5, 2011

4 maggio. Anonimi solidali con i migranti tunisini in lotta contro le frontiere imbrattano e chiudono con un lucchetto il consolato francese di Torino: «contro la repressione francese alla frontiera, i rastrellamenti dei tunisini in tutta la Francia e l’intervento militare in Libia. Ovunque attacchiamo le autorità francesi».

Continua a pag. 28538

Un appuntamento a Bari

macerie @ Maggio 5, 2011


Continua a pag. 28536

Rivolta a Trapani

macerie @ Maggio 5, 2011

«Ennesima rivolta questo pomeriggio a Trapani al Centro di prima accoglienza “Serraino Vulpitta”. Un gruppo di migranti ha appiccato il fuoco ad alcuni materassi. Le fiamme sono state subito domate dai Vigili del Fuoco. Sul posto sono intervenuti Polizia e Carabinieri, che hanno sedato gli animi sedando la rivolta. I migranti […]

Continua a pag. 28533

La settimana passata in corso Brunelleschi

macerie @ Maggio 2, 2011

«Quando la reclusione unisce nella sofferenza e nell’indisponibilità a subire ad oltranza, soprattutto se si tratta di persone già unite nella rivolta, gli aguzzini delle prigioni utilizzano ogni mezzo subdolo per ottenere quello che vogliono. È così che all’inizio della scorsa settimana tutti i tunisini nuovi arrivati nel Cie di Torino vengono radunati per essere […]

Continua a pag. 28529

Arresti a Milano

macerie @ Maggio 2, 2011

«Poco dopo le 11.30 di questa mattina una quindicina di cittadini nordafricani trattenuti nel settore C del Centro di identificazione ed espulsione di via Corelli a Milano hanno dato vita ad una vivace protesta per chiedere di poter lasciare il centro. Secondo quanto riferisce la Questura gli immigrati hanno divelto […]

Continua a pag. 28528

Frontiere

macerie @ Maggio 2, 2011

Leggimi in lingua francese.
Intanto, proprio oggi, 2 di maggio, 200 tunisini rimasti bloccati a Ventimiglia hanno iniziato uno sciopero della fame collettivo in stazione. 

Continua a pag. 28527

Primo maggio (notte)

macerie @ Maggio 1, 2011

1 maggio. Ignoti solidali, che in seguito si firmeranno “Coordinamento per la nonviolenza attiva” e “Gruppo anarchico Augusto Masetti”, riempiono i muri di dodici sedi del Partito Democratico con la scritta: “Pd=squadristi e guerrafondai”. Di una sede, quella di via Mazzini, viene sfondato un vetro (”Occhio per occhio…”).

Continua a pag. 28531

Primo maggio (giorno)

macerie @ Maggio 1, 2011

1 maggio. Gran casino al Primo maggio torinese. Un gruppone di compagni riesce ad infastidire la sfilata all’interno del corteo dell’aspirante-sindaco Coppola, poi a far uscire lo spezzone della Cisl dal corpo della manifestazione costringendolo a deviare per una via laterale. Poi, ancora, a prendere il palco per bruciare delle bandiere della Cisl e della […]

Continua a pag. 28530